Il ministro della Salute, Roberto Speranza, informa di aver “firmato una nuova ordinanza che blocca i voli in partenza dal Brasile. E vieta l’ingresso in Italia di chi negli ultimi 14 giorni vi e’ transitato. Chiunque si trovi gia’ in Italia, in provenienza da quel territorio, e’ tenuto a sottoporsi a tampone contattando i dipartimenti di prevenzione”, chiarisce il ministro su Facebook. “E’ fondamentale che i nostri scienziati possano studiare approfonditamente la nuova variante. Nel frattempo – conclude – scegliamo la strada della massima prudenza”.

Aggressività più forte

L’aggressivita’ della variante del virus scoperta in Brasile aveva gia’ messo in allarme la Gran Bretagna, dove gli esperti hanno parlato di ben due mutazioni. Tanto che il governo, gia’ alle prese con i danni provocati dalla variante inglese, ha disposto il divieto d’ingresso per tutti coloro che viaggiano dal Portogallo (porta dell’Europa per il Brasile) e dal Sudamerica. La stretta sui voli disposta da Londra potrebbe comunque non essere sufficiente: secondo uno dei consiglieri scientifici di Downing Street, l’epidemiologo Mattha Busby, e’ probabile che la seconda variante Brasiliana sia gia’ presente nell’isola, anche se non e’ stata ancora rilevata. Mentre del primo ceppo si contano una decina di casi.