Nelle ultime due settimane, e dunque nel periodo compreso tra il 28 dicembre 2020 e il 10 gennaio 2021, nella città di Napoli c’è un’interruzione della diminuzione del contagio. Invece ora è in aumento «probabilmente dovuto alle festività natalizie». È la fotografia sull’andamento della diffusione del contagio che emerge dal report curato dall’Osservatorio epidemiologico. A coordinarlo l’equipe di Giuseppe Signoriello, docente dell’università Vanvitelli, e dall’assessore alla Salute del Comune, Francesca Menna.

Il report

Il report evidenzia che nel periodo dal 1 agosto 2020 al 10 gennaio 2021 il numero dei casi di covid-19 a Napoli è pari a 37.159. Nelle ultime due settimane notificati 2.588 casi, in aumento del 18% rispetto alle due settimane precedenti. Periodo in cui i casi erano stati 2.202. «La città di Napoli – si legge nel report – mostra un’incidenza di covid-19 sempre maggiore rispetto alla Regione Campania nel periodo considerato. Questo riflette sul dato della mortalità, notevolmente aumentata. Un tasso che risulta essere quasi raddoppiato rispetto a quello della Regione Campania (82.6 casi per 100mila abitanti contro i 47.2 per 100.000 abitanti)».