Home Articoli in Evidenza Coronavirus, l’allarme dal Cardarelli: “Siamo di nuovo pieni di ricoverati con polmonite”

Coronavirus, l’allarme dal Cardarelli: “Siamo di nuovo pieni di ricoverati con polmonite”

A lanciare un campanello d’allarme è l‘azienda ospedaliera dei Cardarelli di Napoli che, in una nota inviata all’Unita di Crisi della Regione Campania, spiega come siano in aumento i numeri dei ricoveri di pazienti positivi al covid, soprattutto nell’area ordinaria e semi-intensiva, e degli accessi al pronto soccorso. Si è passati dai 90/100 ricoveri a 150 in due settimana.

I negazionisti

Intanto, però, nonostante la situazione drammatica, alcuno soggetti locali e cittadini violano le misure restrittive, dando vita ad assembramenti, feste e brindisi. In un filmato che diversi cittadini hanno segnalato al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli si vede una persona, sprovvista di mascherina, parlare in maniera ironica ed irrisoria dell’emergenza sanitaria e delle misure anti-contagio. Tutto mentre mostra il maxi assembramento venutosi a formare nel centro storico di Napoli.

“Evitare assembramenti”

“È un campanello d’allarme che deve attirare l’attenzione degli addetti ai lavori, del Governo, della Regione e delle amministrazioni locali. Se è il trend continuerà ad essere questo potremmo avere di nuovo le strutture ospedaliere al collasso nel giro di poche settimane. Questo va evitato ad ogni costo, in termini di vite umane abbiamo pagato sin troppo. È opportuno e doveroso che i cittadini si attengano a comportamenti responsabili, evitando assolutamente assembramenti e situazioni che possono dar vita a nuovi focolai. Si prendano misure anche drastiche, come ad esempio un lockdown generale per tutto il paese.

Le reazioni

Mentre la maggior parte delle persone sta facendo ma enormi sacrifici, restando in casa, rinunciando alla vita sociale e tenendo abbassate le serrande delle proprie attività commerciali, c’è invece chi continua a fregarsene di tutto e pensa a brindare e festeggiare deridendo chi rispetta le normative. Chi soffre e chi si propone di far rispettare le regole. Questa gente dovrebbe vergognarsi di sé stessa, è anche a causa loro che il virus continua a diffondersi. Loro pensano a divertirsi e a fare stupida ironia su un momento drammatico.

Si sta rischiando e si sta sottovalutando il problema, per poter uscire da questa situazione di assoluta emergenza occorre agire subito e con decisione per evitare la terza ondata.”- sono le parole del Consigliere Borrelli.

Exit mobile version