Vetrate rotte ed infissi delle finestre divelti a Napoli a causa di un’esplosione provocata a vandali con l’utilizzo di botti di fine anno. Fuochi stipati in un bidone dei rifiuti prima di essere innescati. A ricostruire quanto accaduto alla scuola Baccini-Mazzini, nel parco cittadino dei Ventaglieri, Francesco Chirico, presidente della Municipalità II di Napoli. Con la dirigente dell’istituto, Donatella Delle Vedove ha effettuato un sopralluogo per avviare subito lavori di ripristino.

I danni

«La dinamica di quanto accaduto – ha spiegato il presidente Chirico – è abbastanza chiaro. Davanti alle decine di vetrate rotte, che illuminano bagni ed aule destinate ai piccoli dell’asilo, abbiamo trovato due bidoni della spazzatura completamente distrutti utilizzati presumibilmente come cassa di risonanza nell’esplosione dei botti». « Questo episodio mi amareggia – ha aggiunto la dirigente Delle Vedove – perchè chi ha fatto questo oltre a ledere gli interessi dei bambini ha dato un duro colpo all’intera comunità del quartiere di cui ci sentiamo parte integrante. Ma noi non ci arrendiamo e siamo qui con il presidente Chirico per partire subito con il recupero della struttura nella quale, dopo mesi di lockdown dovuto alla pandemia, una parte dei ragazzi erano appena rientrati».