Fermati ed ora sono in Questura i presunti responsabili dell’aggressione e della rapina ai danni del rider napoletano. Recuperato anche lo scooter. I giovani bloccati sono cinque del gruppo ben più ampio. Si tratta dei rapinatori del rider 50enne Gianno, picchiato e derubato a Calata Capodichino.  Le immagini della rapina sono diventate subito virali grazie al video finito sul web. Subito dopo è partita la gara di solidarietà ed erano stati raccolti anche i soldi per ricomprare il mezzo.

Le parole della vittima

“Sono arrabbiato ma mi dispiace per quei ragazzi che hanno messo a segno la rapina. Sono dei ragazzini”. Gianni Lanciano, il rider di 50 anni, aggredito e rapinato l’altra sera a Napoli del suo scooter con il quale provvedeva a fare delle consegne. “Quando mi hanno intimato di consegnare il motorino, ho provato a resistere urlando – ha aggiunto – ma non ho avuto paura perche’ ho solo provato a difendere qualcosa di mio, utile alla mia famiglia”. Dopo aver aver visto il video della rapina diffusa Lanciano ha riflettuto a lungo: “Quanta crudelta’. Sono ragazzini ma non dovrebbero agire cosi'”.