Senza sosta l’attività di controllo del territorio dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli. Intensificati i servizi nell’area vesuviana ed in particolare ad Ercolano, dove i militari della locale tenenza insieme a quelli della sezione radiomobile di torre del greco hanno controllato 106 persone e oltre 70 veicoli. I militari della Sezione Radiomobile di Torre del Greco, invece, hanno tratto in arresto per truffa un 40enne e un 25enne, entrambi di Casalnuovo. Simulando un incidente stradale lungo via Benedetto Cozzolino, hanno indotto un’automobilista a credere di essere stato responsabile del danneggiamento dello specchietto retrovisore della loro auto. Promettendo di non coinvolgere le assicurazioni hanno chiesto 70 euro per ripianare il danno subìto.

Il metodo classico

La classica “truffa dello specchietto” costata ai due le manette e gli arresti domiciliari in attesa di giudizio. I militari, infatti, hanno facilmente individuato la loro vettura e durante una perquisizione veicolare hanno rinvenuto e sequestrato uno specchietto integro, il denaro sottratto con l’inganno poco prima alla vittima e un attrezzo utilizzato per simulare lo scontro tra auto.

Gli altri controlli

Durante il servizio i carabinieri della Tenenza di Ercolano hanno arrestato un 33enne  per spaccio di stupefacenti. E’ stato sorpreso nelle vie del centro cittadino mentre cedeva una dose di hashish ad un “cliente” in cambio di denaro. Nella sua abitazione ancora altre 2 dosi della stessa sostanza e 60 euro ritenuti provento illecito. E’ ora ai domiciliari in attesa di giudizio.