Home Covid Spostamenti e negozi aperti nei “Giorni Rossi”: c’è chi rischia la multa...

Spostamenti e negozi aperti nei “Giorni Rossi”: c’è chi rischia la multa da 4mila euro

La circolare del Viminale che darà ai prefetti indicazioni sui controlli nelle strade e nei centri cittadini arriverà oggi. Ma cosa si rischia violando le strette norme previste nelle settimane festive e, soprattutto nei “giorni rossi”, si sa già: sanzioni che vanno dai 400 ai 3mila euro. Che potranno aumentare fino a 4mila. Per bar e ristoranti che contravvengano all’obbligo di chiusura alla multa si potrà anche aggiungere il fermo da cinque a 30 giorni. Una decisione che ha provocato non poche proteste da parte delle categorie interessate. L’italia è già una grande zona rossa con il divieto di spostarsi tra regioni.  Ma nei giorni festivi e prefestivi (dal 24 al 27) si rischierà una multa anche per una semplice passeggiata nel Centri storici cittadini, destinati a rimanere deserti e dove i controlli delle forze dell’ordine saranno rafforzati. Ma la presenza massiccia di agenti si registrerà ovviamente anche ai caselli autostradali e nelle stazioni.

Le multe

Le sanzioni aumenteranno fino a 4mila euro se chi non rispetta i divieti viene fermato dalle forze dell’ordine a bordo di un veicolo. Il Dpcm dello scorso marzo (ancora in vigore sull’entità delle sanzioni) prevede infatto che se le violazioni avvengano “mediante l’utilizzo di un veicolo le sanzioni siano aumentate fino a un terzo”. Non sarà possibile invece per agenti, carabinieri e vigili verificare cosa accada nelle case private e se il limite di soli due ospiti non conviventi (esclusi i minori) sia rispettata. Gli accertamenti potranno essere eseguiti solo in caso di disturbo della quiete pubblica. Allora, se i limiti previsti dal Dpcm non fossero rispettati, potrebbero scattare le sanzioni anche per la violazione delle norme anticontagio.

 

Posting....
Exit mobile version