STADIO OLIMPICO – Bruttissimo Napoli stasera all’Olimpico di Roma contro la Lazio di Simone Inzaghi. Gli azzurri cominciano male e terminano peggio, incassando non solo due reti ma anche l’infortunio di Lozano, migliore in campo. L’unico che, almeno, ci ha davvero provato.

— LE PAGELLE DEL NAPOLI —

OSPINA 5 – Poteva azzardare qualcosina in piu’ sul tiro di Immobile. In entrambi i casi comunque ha dato poco.

DI LORENZO 5 – Opaco come del resto tutti i suoi compagni in campo. Mancata la chiusura sulla prima rete di Immobile.

MAKSIMOVIC 4,5 – Come Di Lorenzo, da il lascia passare ad Immobile per insaccarla in rete e poco reattivo sull’errore di Mario Rui.

KOULIBALY 5 – Non viene aiutato dai suoi compagni di reparto. Subisce mezzo infortunio ed incide poco, probabilmente per non forzare e farsi male. Riesce a recuperare solo in un paio di occasioni ( dal 55′ MANOLASS.V.).

MARIO RUI 4 – Regala il 2-0 alla Lazio con un passaggio scellerato. Inaccettabile la sua prestazione (dal 64′ GHOULAM – S.V.).

FABIAN RUIZ 4,5 – Impegna Reina solo una volta. Sembrava di poter dare qualcosa stasera ed invece, il solito inesistente.

BAKAYOKO 5 – Non reagisce all’errore di Mario Rui e continua per tutti i 90′ (Dal 65′ LOBOTKA 4 – Un fantasma in mezzo al campo. Fa fatica a farsi intercettare dai compagni).

POLITANO 4,5 – Si vede poco nel primo tempo, peggio nella ripresa (Dal 55′ ELMAS 4,5 – La speranza che dal suo ingresso si potesse fare qualcosa si affievolisce in pochi minuti).

ZIELINSKI 5 – Piu’ che chiamato a giocarsi la partita, deve sostenere Ruiz e non sempre riesce nell’intento.

LOZANO 6 – Triste realta’, unico a giocarsela davvero. L’unico che corre anche se forzatamente messo sulla sinistra (Dal 75′ MALCUIT – S.V.).

PETAGNA 4,5 – Poco coinvolto, una prestazione da non centravanti, assolutamente.

All. Gattuso 4 – non solo non riesce a dare un’entita’ di gioco alla squadra, ma li affossa non dandogli una personalita’. Senza voglia, senza grinta affrontano una Lazio tutt’altro che cinica. Vittoria meritatissima.

Fonte foto: ilmessaggero.it