“Il Dpcm del 3 dicembre e’ chiaro, si sarebbero dovute riaprire le scuole fino alla terza media da ieri e dal 7 gennaio dovranno essere le secondarie di secondo grado ad aprire mantenendo una piccola percentuale in dad”. Lo ha affermato in una nota il vicepresidente nazionale del Codacons Matteo Marchetti che ha annunciato la diffida al presidente della Regione De Luca e ai sindaci dei cinque comuni capoluogo della Regione: “Nel caso in cui le scuole non dovessero riaprire si adira’ l’autorita’ giudiziaria competente unitamente a tutti colori che gia’ numerosissimi hanno risposto ai nostri appelli. Questa e’ una battaglia di civilta’, siamo l’unica regione d’Europa a non aver mandato i propri figli a scuola, tra l’altro una regione che ha una poverta’ educativa cosi’ alta da raggiungere livelli allarmanti”.

Quindi ha concluso: “Ma la cosa ancora piu’ grave e’ che i nostri ragazzi stanno subendo per decisioni sbagliate un danno enorme alla loro formazione forse incolmabile nei confronti di studenti delle altre realta’ regionali. L’associazione invita quindi a scrivere all’indirizzo codacons.campania@gmail.com per partecipare all’eventuale ricorso al Tar li’ dove ce ne fosse bisogno, ma soprattutto partecipare anche ad azioni risarcitorie specifiche o collettive”.