La vittima del furto è indignata, ma a guardare la sequenza delle immagini della video sorveglianza, si prova compassione, pena e sbalordimento per il ladro di “addobbi natalizi” che ha agito ieri mattina in pieno giorno – non curante di chi passando avrebbe potuto coglierlo in flagranza – rischiando una figuraccia colossale. È accaduto in via Bartolo Longo, al civico 404, una strada al confine con San Giorgio a Cremano. Danneggiato dal ladro di addobbi è stato il titolare del negozio di abbigliamento donna “Fascinò Moda”, al quale sono rimaste le immagini del suo impianto di videosorveglianza, con cui ha potuto vedere che aspetto avesse il “marijuolo” dei decori natalizi. Si vede chiaramente come il soggetto scenda dalla sua auto e si dirige a passo deciso verso il negozio di via Bartolo Longo. In strada non passa nessuno. Ma, il tipo deve essere avvezzo ad appropriarsi della roba altrui. È persino bene attrezzato. Si è scelto il festone natalizio più vistoso e ben fatto: un decoro classico in verde e bianco, che simula la neve sui rami di un abete ecologico. Ha nella mano destra una tronchesina, per liberare velocemente il “suo” addobbo dai fili di ferro che lo tengono posizionato a forma d’arco sull’ingresso del negozio.

Il ladro si protende con tutto il corpo per strappare, senza fretta, ma con perizia, il decoro dall’uscio dell’esercizio commerciale, e, in meno di 10 mosse, “zaczac” e si impossessa del decoro. Poi, è talmente deciso a “far bene il suo lavoro”, che i rametti che gli cadono, lui non li lascia lì: ma si accoscia per raccogliere fino all’ultimo filo per avvolgerlo sotto braccio e così portarlo nel vano della sua auto, spingere tutto dentro, ritornare al posto di guida e ripartire.