«È gravissimo il comportamento della Regione Campania che vuole bloccare bar, ristoranti e imprese commerciali. Disposizioni incomprensibili e inefficaci che rischiano di provocare gravissimi danni alle imprese senza avere utili ricadute sulla salute dei cittadini. La scelta di impedire il passaggio a zona gialla rischia inoltre di provocare un’ondata di reazioni incontrollabili. Per questo motivo chiediamo l’immediato intervento del prefetto per uniformare la situazione al resto d’Italia, considerata la migliore situazione sanitaria della Campania, e al presidente De Luca chiediamo di fare marcia indietro e un confronto con i rappresentanti delle categorie dei commercianti e dei ristoratori che oltretutto in questi mesi hanno investito ingenti risorse economiche per garantire la sicurezza ai lavoratori e ai clienti», lo hanno dichiarato il commissario regionale e il direttore generale di Confcommercio Giacomo Errico e Pasquale Russo.

Blocchi stradali

Un Blocco stradale e’ in corso sul lungomare di Napoli, nella zona di piazza Vittoria, da parte di alcune decine di ristoratori e pizzaioli. Contestano la decisione del governatore De Luca di mantenere la Campania in fascia arancione anziche’ in quella gialla. L’allentamento delle restrizioni a partire da domani era ampiamente atteso, e ieri e’ stato confermato dal ministero della Salute. Cosa che – spiegano i manifestanti – aveva spinto molti ad approvvigionarsi di derrate per i quattro giorni di riapertura possibili fino alla nuova zona rossa nazionale. Derrate che ora risulteranno inutili e in gran parte deperibili.

Sul posto i carabinieri. Per il momento la situazione e’ tranquilla, a eccezione delle ripercussioni sul traffico in un pomeriggio di mobilita’ particolarmente intensa a causa dello shopping.