L’ex poliziotto non vedente, vittima ad Acerra, di una banda di ragazzini che lo ha preso di mira con pistole ad aria compressa, sara’ proposto per un segno di riconoscimento civico quale “esempio per aver denunciato l’episodio delinquenziale”. Lo hanno annunciato il sindaco di Acerra, Raffaele Lettieri, ed il presidente del consiglio comunale, Andrea Piatto. L’ok nel corso di un incontro con Asia Maraucci, presidente dell’Osservatorio per la disabilita’ “La Battaglia di Andrea”, Mario Mirabile e Giuseppe Fornaro. Quest’ultimo sono rispettivamente Presidente di Napoli e Consigliere Nazionale dell’Uici

Il sindaco

“Acerra premia chi denuncia, hanno detto gli esponenti della locale amministrazione comunale. La denuncia e’ l’unica risposta che abbiamo per il rispetto dei diritti di tutti”. Inoltre le massime cariche cittadine hanno anche annunciato che “nel costituendo Osservatorio sulla criminalita’ del Comune di Acerra inviteranno a far parte anche un rappresentante delle persone diversamente abili”. Maraucci ha affermato che proporra’ l’ex poliziotto, Giacomo Pietoso, quale rappresentante del costituendo osservatorio. Soddisfazione espressa da Fornaro, soprattutto per aver appreso che il comune si costituira’ parte civile in un eventuale processo contro i responsabili. “La punizione che riceveranno i colpevoli – ha affermato Fornaro – oltre ad essere atto dovuto, sia anche da monito per il futuro e da deterrente. Se oggi ci girassimo dall’altra parte, autorizzeremmo altri a gesti di emulazione”.