Home Articoli in Evidenza Ottaviano, agitazione alla Clinica Trusso: i lavoratori minacciano di bloccare le attività

Ottaviano, agitazione alla Clinica Trusso: i lavoratori minacciano di bloccare le attività

Clinica Trusso-Cardiomed, proclamato lo stato di agitazione. Dalla prossima settimana, i lavoratori saranno in presidio permanente all’esterno della struttura sanitaria. Nelle scorse ore, le sigle sindacali CgilFp e UilL-Fpl hanno scritto al prefetto di Napoli, Marco Valentini, sottolineando le motivazioni alla base della loro protesta, “da ritrovarsi nelle mancate applicazioni contrattuali e nel mancato confronto sindacale che l’amministrazione della Casa di Cura ha posto in essere, in particolare, sui temi di adeguamento contrattuale e arretrati, vigilanza sanitaria, programmazione attività sanitaria e turni di lavoro, mancato riscontro su verifica delle denunce Inail, in particolar modo nei casi Covid-19, mancato inquadramento del personale”.

Nel lungo elenco di inadempienze che compare nel documento, indirizzato anche alla Commissione di garanzia dell’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali, al direttore generale dell’Asl Napoli 3 Sud, al direttore del dipartimento di prevenzione della stessa Azienda sanitaria e al sindaco di Ottaviano, oltre che all’amministrazione della Clinica Trusso-Cardiomed e ai lavoratori, si dichiara l’immediato stato di agitazione del personale. I sindacati chiedono l’attivazione della procedura di raffreddamento e conciliazione ai sensi della L.146/90 e s.m.i. dei lavoratori della struttura ottavianese. Non solo. I responsabili territoriali di Cgil-Fp e UilFpl, Lenina Castaldo e Giovanni Liguori, hanno altresì comunicato che, a partire dalla prossima settimana, è stato deliberato dall’Assemblea dei Lavoratori un presidio permanente all’esterno della Clinica, con relativa esposizione di bandiere, striscioni e attività di volantinaggio informativo alla cittadinanza sui temi della vertenza in atto.

Exit mobile version