L’immagine scelta è quella della Creazione di Adamo di Michelangelo Buonarroti in cui però un dito mozzato rappresenta il rischio che si corre quando si accendono botti illegali e pericolosi. Accanto la frase che suona come un monito forte: ”No ai botti di Capodanno. Proteggiamo le nostre mani, presto torneremo a stringercele”. Questa è la campagna di sensibilizzazione promossa dal Comune di San Giorgio a Cremano volta a prevenire ferimenti o talvolta vere e proprie tragedie causate dall’esplosione di fuochi di fine anno.

Il sindaco

”Vi ricordo che esiste già una normativa nazionale che disciplina l’utilizzo dei giochi pirotecnici. Naturalmente è vietata la vendita e l’uso dei botti illegali e pericolosi. Anche quest’anno, in città, abbiamo promosso la nostra campagna istituzionale di sensibilizzazione, puntando proprio sul distanziamento fisico che siamo costretti a vivere. La speranza è di tornare presto a poterci stringere le mani ed abbracciarci” scrive il sindaco Giorgio Zinno, sulla pagina facebook.

L’immagine

”Abbiamo scelto la iconica immagine della ‘Creazione di Michelangelo’ in cui però il dito mozzato rappresenta chiaramente il rischio che si corre quando si sparano botti illeciti e soprattutto pericolosi, mentre la frase evoca il desiderio di tornare alla normalità, nei gesti di condivisione, saluto e affetto. Pertanto l’invito è ‘Proteggiamo le nostre mani, presto torneremo a stringercele’. Dobbiamo ribadire con forza quanto sia rischioso l’uso superficiale e incontrollato di botti, così come di fuochi d’artificio non sicuri. Siamo una grande comunità e agiamo responsabilmente come abbiamo sempre fatto finora”.