La “pelota non se mancha”, il “pallone non si macchia”. Questo il messaggio lanciato dagli Ultras di San Giuseppe Vesuviano in cima al loro murales dedicato a Diego Armando Maradona. La citazione è proprio di “Dios10” durante un discoro a La Bombonera di Buenos Aires. Un’opera in netta contrapposizione con quella già realizzata in città, e per cui ci sono state polemiche sulla riuscita del volto del Pibe. Ma gli ultras intendono precisare altri punti. In una nota affermano: «Noi siamo uomini di calcio e siamo contrati alle logiche politiche e di sponsor che ci sono dietro l’altro murales sangiuseppese».

Sono due gli artisti che hanno firmato l’opera: Gennaro Fioretti “Genny Spray” e Corrado La Mattina “TESO”. Il disegno vede Maradona vestito con le due maglie del suo cuore, quella del Napoli e quella dell’Argentina. Ieri sera l’inaugurazione in Via Croce Rossa con un gruppo di Ultras riunito per qualche minuto mantenendo le misure di distanziamento sociale.