L’ undicesima giornata si apre con l’anticipo di venerdì sera Sassuolo – Benevento 1-0 , gli emiliani subito avanti di rigore , ad inizio ripresa rosso per Haraslin e predominio dei sanniti , fermati però dalla traversa e da un ottimo Consigli. Il primo anticipo del sabato regala una goleada al Crotone che regola lo Spezia con un sonoro 4-1 grazie ad uno show di Messias che sigla una doppietta. Nell’anticipo delle 18 , l’ Udinese fa la corsara a Torino e fa cadere il Toro nel baratro. Dopo essere andato sotto per 2-0, i granata nel giro di un minuto recuperano lo svantaggio e poi immediatamente tornano sotto. Una sconfitta che causa parecchi malumori e fa vacillare la panchina di Giampaolo. La Lazio perde 2-1 in casa contro l’Hellas Verona nel quarto anticipo dell’undicesima giornata di campionato in Serie A. Il risultato si sblocca sul finire del primo tempo, quando una deviazione di Lazzari mette in rete un’iniziativa di Dimarco. Nella ripresa Caicedo ristabilisce la parità, ma poi Tameze riporta avanti i veneti sfruttando uno svarione difensivo. Grazie alla vittoria gli scaligeri rientrano pienamente in zona Europa league conquistando il 6 posto proprio a discapito della squadra di Inzaghi.
Sconfitta casalinga per il Cagliari contro l’Inter nell’anticipo domenicale delle 12,30. Alla Sardegna Arena i nerazzurri si impongono 3-1, ribaltando nella ripresa il gol iniziale di Sottil. Una partita dall’andamento anomalo, giocata a viso aperto dal Cagliari, rimasto in vantaggio sino a metà del secondo tempo, anche grazie agli ottimi interventi  di Cragno. Nel secondo tempo la squadra di Conte prima pareggia e poi con D’Ambrosio e Lukaku sigillano l’incontro.
Nel pomeriggio vittoria dei giallorossi al Dall’Ara, avanti 3-0 dopo appena 15′. Per la terza volta nella storia la Roma ne fa 5 in un tempo. In rete  Dzeko, Pellegrini, Veretout (doppietta)e Mkhitaryan. In classifica i giallorossi superano il Verona. Da segnalare nel Bologna,gli esordi di Ravaglia tra i pali , e di Mattia Pagliuca(figlio d’arte ).
Tra Atalanta e Fiorentina, match senza storie , la squadra di Gasperini domina lasciando in panca il Papu Gomez per tutto l’incontro. Gosens, Malinovskyi e Toloi condannano la Viola che rimane invischiata in zona retrocessione.
Nel match delle 18 tra Genoa e Juventus ,i bianconeri danno seguito all’impresa in Champions di Barcellona, battendo 3-1 il Genoa e per la prima volta da quando Pirlo siede in panchina ottiene la seconda vittoria consecutiva in campionato. Successo meritato a Marassi per i bianconeri, che dopo un primo tempo chiuso senza reti sbloccano la gara a inizio ripresa con Dybala, al primo gol in campionato. La rete dell’ex di Sturaro vale il pari poco dopo (61’), ma nel finale due rigori di Ronaldo, alla centesima in bianconero, regalano i tre punti ai bianconeri e lasciano il Genoa sul fondo della classifica.Nel match della serata la capolista Milan ,grazie ad una doppietta di Hernandez con goal all’ultimo minuto ,impatta con il Parma chiudendo la giornata con un 2-2 e mantenendo la testa della classifica.