Era diventata concorrente, con una propria impresa, dell’ ex datore di lavoro, che ha risposto con minacce, intimidazioni, e l’incendio dell’ auto di un collaboratore della donna. Il titolare di una rivendita di gomme della Valle Telesina, nel beneventano ed un 50 enne pregiudicato del salernitano, suo complice, sono stati messi agli arresti domiciliari dagli agenti della squadra Mobile di Benevento con l’ accusa di atti di illecita concorrenza con minacce e violenza e tentativo di estorsione. La vittima aveva lavorato per circa 20 anni alle dipendenze dell’ imprenditore arrestato, poi si era messa in proprio.

Di qui le minacce e gli atti intimidatori subiti, che gli investigatori hanno documentato con intercettazioni ed immagini di telecamere di videosorveglianza, Altre due persone, che avrebbero collaborato all’ incendio dell’ auto del collaboratore dell’ imprenditrice, sono state denunciate.