I Carabinieri della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere hanno tratto in arresto un 50enne istruttore di equitazione. L’uomo è gravemente indiziato del reato di violenza sessuale aggravata su minori. La misura cautelare riflette gli esiti di una serrata attività investigativa condotta dalla Radiomobile della Compagnia Carabinieri. Le investigazioni sono nate dalle dichiarazioni rese da diversi minori, vittime delle subdole azioni violente dell’indagato. Si tratta di un uomo italiano di 50 anni, istruttore di equitazione. All’interno del maneggio di cui era responsabile, abusava della propria autorità. Qui costringeva, in plurime occasioni, diversi minori dell’età compresa tra i 10 ed i 14 anni a subire atti sessuali.

Le indagini

In particolare, l’attività investigativa é stata sviluppata mediante l’acquisizione delle dichiarazioni delle vittime – avvenuta in modalità protetta da parte di personale specializzato nel contrasto dei reati nei confronti delle “fasce deboli”. E anche con l’ausilio di consulente tecnico esperto in psicologia – nonché attraverso l’analisi dei dispositivi telefonici delle persone offese e dell’autore dei reati.

Il provvedimento rientra nell’ambito delle indagini condotte dalla Procura della Repubblica di Santa Maria CV, finalizzate alla prevenzione e tempestiva repressione, cosi come richiesto anche dalla legge nr. 69 del 19 luglio 2019 (convenzionalmente denominata “Codice Rosso”), dei fenomeni criminali nei confronti delle persone maggiormente vulnerabili, in primis i minori.