I carabinieri della stazione di Sant’Antonio Abate hanno arrestato un 23enne incensurato del posto. L’arresto durante una perquisizione domiciliare, effettuata nell’ambito dei servizi disposti dal Comando Provinciale di Napoli di contrasto alla vendita di fuochi illegali. Il giovane era in possesso di 56 ordigni artigianali di varie dimensioni.

Gli artificieri

Il materiale, subito sotto sequestro, è adesso affidato agli artificieri del Comando Provinciale di Napoli per la successiva distruzione. Il 23enne è domiciliari in attesa di giudizio. Continuano dunque i controlli per togliere dal mercato le cosiddette Bombe di Capodanno.