Farmacia nel mirino degli hacker. È accaduto a Battipaglia: i malviventi sono riusciti ad introdursi nel sistema informatico della farmacia, in particolare nella gestione delle fatture. Tramite una sorta di phishing hanno deviato un bonifico di 5.000 euro. I truffatori informatici sono riusciti ad ingannare i gestori della farmacia con una fattura della vendita di farmaci, sostituendosi ad un abituale fornitore. I gestori hanno saldato la fattura, ma il denaro non è giunto al fornitore, bensì ai truffatori. Amara la sorpresa per i titolari della farmacia che, trascorsa la scadenza del saldo della fattura di ben 5.000 euro, hanno ricevuto un sollecito dal reale fornitore che non aveva ricevuto il denaro.

Troppo tardi quando sono giunti dai carabinieri di Battipaglia, hanno raccontato di essere stati raggirati e sporto denuncia. I militari del maggiore Sisto, hanno avviato le indagini, ma sinora gli hacker non sono stati rintracciati. Forse la base logistica degli abili pirati informatici è all’estero, e hanno studiato alla perfezione la truffa per non essere smascherati. Gli investigatori ritengono che con le stesse modalità siano state truffate altre attività commerciali sparse in tutta la penisola.