Il presidente della giunta regionale campana, Vincenzo De Luca, si rivolge al sindaco leghista di San Giuseppe Vesuviano, Vincenzo Catapano, per mandare un messaggio alla politica nazionale e ai suoi colleghi del Nord. Nel comune in provincia di Napoli per l’inizio dei lavori di riqualificazione dell’area occupata dall’ex linea ferroviaria Cancello-Torre Annunziata, De Luca comincia il suo intervento battendo nuovamente il tema della quota di fondi europei del Recovery plan da destinare al Mezzogiorno. “Faremo una battaglia con qualche tuo amico di Milano – dice dal palco a Catapano, seduto in prima fila – per dire che non ci devono rompere le scatole, le risorse devono arrivare al Sud, al di la’ delle bandiere politiche. Non ci devono dare fastidio”.

Ecco il progetto pista ciclabile: Una pista ciclopedonale lunga 12 chilometri, che colleghera’ il Vesuvio al mare. E’ questo l’intervento principale del progetto di riconversione e riqualificazione dell’ex tratto ferroviario Cancello-Torre Annunziata. Chiuso l’iter amministrativo, in piedi dal 2015, partono i lavori con la posa della prima pietra a San Giuseppe Vesuviano, individuato come comune capofila. L’intervento finanziato dalla Regione Campania con 9 milioni di euro, a valere sul Poc 2014-2020, utilizzera’ il percorso della linea ferroviaria dismessa dal 2014 e per il primo lotto interessa anche i comuni di Terzigno, Boscoreale e Torre Annunziata.

Il progetto di rigenerazione urbana prevede anche la riqualificazione di aree degradate, suol modello della Promenade Plante di Parigi e della High Line di New York, con la realizzazione di spazi verdi e di infrastrutture utilizzabili dalla cittadinanza. “Stiamo gia’ guardando al futuro, oltre la pandemia – dice il presidente della Regione, Vincenzo De Luca – questa e’ la prima opera post-Covid che parte e che cambiera’ la faccia e il destino delle citta’”. Il ‘governatore’ rimarca l’importanza del progetto per attrarre turisti e lancia un’idea da realizzare quando i lavori saranno terminati. “Pensavo alla Maratona del Vesuvio – dice – con partenza da Pompei e arrivo a Torre Annunziata, ma anche una ‘passeggiata di primavera’, da qui fino al mare”. L’opera proseguira’ con il secondo lotto, che coinvolgera’, tra gli altri, i comuni di Nola, Marigliano e Ottaviano, fino a San Felice a Cancello. “Questo progetto si accompagna ad altre due iniziative gia’ in corso: il potenziamento della buffer zone di Pompei e la bonifica del fiume Sarno. Quando avremo completato questi tre interventi e reso il mare completamente balneabile, avremo creato le condizioni per un boom turistico straordinario”. Il sindaco di San Giuseppe Vesuviano, Vincenzo Catapano, nel suo intervento elogia la “concretezza” di De Luca, al di la’ delle appartenenze politiche e si dice entusiasta dell’opera, che “non guarda all’oggi e neanche a domani, ma alle future generazioni”.