“La morte di Modesto Iannattone, nostro stimatissimo collega, dirigente medico del 118 presso il Saut di Teano ed ora responsabile dell’Unita’ Operativa di Prevenzione del Distretto di Teano, nonche’ referente sindacale Saues dell’Area Prevenzione di Caserta, e’ intollerabile: e’ l’ennesimo inaccettabile decesso che va ad aggiungersi alla lunga lista dei tantissimi medici e operatori sanitari che hanno perso la vita durante lo svolgimento della loro attivita’ di cura dei pazienti Covid”. Lo afferma il presidente nazionale del Saues, sindacato autonomo urgenza emergenza sanitaria, Paolo Ficco, esprimendo alla famiglia Iannattone “il piu’ commosso cordoglio per questa dolorosa scomparsa”.

“Adesso, pero’, basta! – sottolinea Ficco – le Istituzioni garantiscano ai medici maggiore sicurezza sul luogo di lavoro. E che sia davvero la priorita’”. “Se, come purtroppo sta accadendo, continueranno ad ammalarsi sempre piu’ medici e infermieri, da chi saranno poi assistiti i cittadini?”, si chiede e conclude Ficco.