Continuando con questi numeri “in un paio di settimane tutte le regioni italiane saranno ‘gialle'”. Lo ha chiarito il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nel corso della conferenza stampa da palazzo Chigi sull’approvazione del nuovo Dpcm in vigore già da domani. “La scuola ricomincerà la didattica in presenza nelle scuole superiori dal 7 gennaio per il 75% degli studenti”. “Ci saranno ulteriori restrizioni nel periodo 21 dicembre 6 gennaio. Vietati tutti gli spostamenti tra Regioni anche per raggiungere le seconde case”, ha detto ancora Conte.

“E’ una cautela essenziale per proteggere i nostri cari”. Cosi’ il premier Giuseppe Conte ribadisce che il governo dara’ una forte raccomandazione nel dpcm anti-Covid alle persone affinche’ non ricevano in casa persone non conviventi. “Il 31 dicembre sera non sara’ possibile organizzare veglioni e cene. I ristoranti degli albeghi chiuderanno alle 18 e dal quel momento sara’ possibile solo il servizio in camera”. “Sono in arrivo le festività natalizie. Se affrontassimo il periodo con le misure proprie delle regioni gialle sarebbe probabile una impennata di contagi. Dobbiamo introdurre ulteriori restrizioni, ma le limitiamo dal 21 dicembre al 6 gennaio”.