In manette un 20enne dopo il blitz dei carabinieri della Sezione Operativa di Torre del Greco. L’accusa è di detenzione illegale di materiale esplosivo. In casa aveva 77 ”rendini”, ordigni esplosivi improvvisati non convenzionali, 4 ”cipolle”, bombe carta e 161 ”Lupo 26”.

Il materiale è adesso nelle mani degli artificieri del Comando Provinciale di Napoli che hanno provveduto alla loro distruzione. Il ragazzo è ora ai domiciliari in attesa di giudizio per le “bombe” di Capodanno di cui era in possesso.