Home Rubriche Il Fatto e il Diritto Cashback di Natale: cos’è e come ottenerlo

Cashback di Natale: cos’è e come ottenerlo

Con il DECRETO 24 novembre 2020, n. 156 del Ministero dell’Economia e delle Finanze, è stato introdotto il programma Cashback che rientra nel più ampio programma Piano Italia Cashless del Governo, volto alla promozione dei sistemi di pagamento elettronici, ossia senza l’utilizzo di moneta contante. La misura prevede un periodo sperimentale, denominato Cashback di Natale, che durerà dal 8 dicembre 2020 sino al 31 dicembre 2020. Da gennaio 2021, inizierà il cashback a regime.

Cashback di Natale

Il cashback consiste nella restituzione del 10% di quanto viene speso per acquisti effettuati con strumenti di pagamento elettronici. Nel periodo sperimentale, accedono al rimborso esclusivamente gli aderenti che abbiano effettuato un numero minimo di 10 transazioni regolate con strumenti di pagamento elettronici. In tali casi il rimborso è pari al 10 per cento dell’importo di ogni transazione e si tiene conto delle transazioni fino ad un valore massimo di 150 euro per singola transazione. Ciò significa che il tetto massimo di rimborso per singolo acquisto è pari a 15 euro, indipendentemente dalla cifra spesa. Il valore complessivo massimo per il quale è possibile ottenere i rimborsi è pari a 1.500 euro (rimborso di 150 euro).

Come si partecipa?

Non vi è alcun obbligo. La partecipazione avviene su base volontaria attraverso l’app IO. È tuttavia necessario essere in possesso delle credenziali SPID (identità digitale per l’accesso ai portali informatici della pubblica amministrazione).

L’utente deve quindi effettuare una registrazione inserendo una o più carte di credito con le quali verranno effettuati gli acquisti che daranno diritto al cashback. Gli acquisti che concorrono alla maturazione del cashback saranno validi soltanto il giorno dopo la registrazione.

Quali acquisti danno diritto al rimborso?

Sono escluse tutti gli acquisti effettuati nei negozi online ma anche tutte quelle effettuate attraverso l’esercizio di attività di impresa.

Cosa fare in negozio

Per il pagamento si deve utilizzare una delle carte o degli strumenti di pagamento elettronico inseriti in fase di registrazione. Al negoziante bisogna mostrare il QrCode presente nella app al momento dell’acquisto.

Cashback a regime

A partire dal 1° gennaio 2021, il cashback sarà determinato con riferimento ai seguenti periodi:

  1. 1° gennaio 2021 – 30 giugno 2021;
  2. 1° luglio 2021 – 31 dicembre 2021;
  3. 1° gennaio 2022 – 30 giugno 2022.

Per ciascuno dei periodi, accedono al rimborso esclusivamente gli aderenti che abbiano effettuato un numero minimo di 50 transazioni mediante l’uso di strumenti di pagamento elettronici. Il rimborso è pari al 10 per cento dell’importo di ogni transazione per un valore massimo di 150 euro per singola transazione. Anche in questo caso, le transazioni di importo superiore a 150 euro concorrono fino all’importo di 150 euro Il valore complessivo massimo per il quale è possibile ottenere i rimborsi è pari a 1.500 euro.

Rimborso speciale

Il decreto, infine, prevede un rimborso speciale per i primi 100.000 utenti che effettuano il maggior numero di operazioni in ogni semestre. Il premio è pari a 1500 euro per ogni semestre.

Se avete delle domande o volete propormi un argomento di cui parlare, potete farlo scrivendomi compilando il form presente su www.avvocatodevivo.it o con un messaggio privato su Facebook Instagram

Exit mobile version