Raccontare con immagini, poesie, storie e articoli di giornale la pandemia Covid-19 come l’hanno vissuta i piu’ piccoli, carichi delle loro sensazioni ed emozioni. Farlo per un fine nobilissimo: tutte le opere che arriveranno saranno raccolte in un libro che sara’ messo in vendita e il cui ricavato sara’ devoluto interamente agli ospedali di Napoli Santobono-Pausilipon e Pascale. E’ indetto il primo concorso nazionale “Attraverso i nostri occhi” a cui sono chiamati a partecipare le alunne e gli alunni di tutte le scuole elementari e medie nel nome di Carmine Alboretti, il giornalista vaticanista venuto a mancare prematuramente a maggio di quest’anno e al cui figlio piccolo Francesco e’ venuta questa idea. La mamma Maria Carotenuto, moglie del cronista napoletano, di concerto con l’associazione Giornalisti Vesuviani, che porta il nome di Alboretti, hanno dato forma all’idea di Francesco.

A partire da oggi, giorno simbolico perche’ coincidente con il quarantaseiesimo compleanno dell’ex vicedirettore del quotidiano nazionale La Discussione, e fino al 31 gennaio i giovani potranno inviare le loro opere artistiche e i loro scritti alla mail dedicata dell’associazione concorso@giornalistivesuviani.it. Nei mesi successivi saranno organizzate nel volume omonimo al concorso, che sara’ presentato e messo in vendita. I dirigenti sono invitati a sostenere l’iniziativa, promuovendola tra gli alunni delle loro scuole. Commenta la moglie Maria, spiegando il concorso. Pieno sostegno all’iniziativa da parte del presidente dell’associazione Giornalisti Vesuviani, Antonio d’Errico.