L’Arma dei Carabinieri ha intensificato i controlli tra Napoli e provincia e particolare attenzione e’ stata agli obiettivi come l’Ente Regione, il Municipio, il Lungomare e la Prefettura. Complessivamente sono state 67 le sanzioni irrogate per violazioni alle normative anti-covid dalla mezzanotte del 16 novembre: 21 a Napoli (Chiaia, Corso Umberto, San Giovanni a Teduccio e Piscinola; 23 a tra Torre Annunziata, Castellammare, Torre del Greco e Pompei; 23 tra Casoria, Afragola, Acerra, Giugliano e Caivano. Si tratta di persone sprovviste di mascherina o sorprese in strada senza giustificato motivo.

Nella notte sono stati arrestati due pusher salernitani sorpresi sorpresi dai Carabinieri della stazione quartieri spagnoli in Piazza Trieste e Trento a Napoli. Questa mattina, infine, un 21enne incensurato e’ stato arrestato da un Carabiniere che – libero dal servizio – lo aveva invitato ad indossare la mascherina all’interno del convoglio della Cumana. Il 21enne, non accogliendo l’invito del sottufficiale, l’ha colpito con un pugno al volto.