Sedici albergatori di Forio d’Ischia riscuotevano la tassa di soggiorno ma poi non la versavano nelle casse comunali. E’ quanto ha accertato il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli che, nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Seconda Sezione della Procura della Repubblica, ha eseguito un decreto di sequestro preventivo per il reato di peculato per un ammontare di circa 760mila euro nei confronti degli albergatori. Secondo quanto accertato dalla Guardia di Finanza, le strutture ricettive non avrebbero versato la tassa di soggiorno negli anni 2018 e 2019.

L’attivita’ investigativa e l’analisi della documentazione acquisita ha consentito la ricostruzione, per ogni singola struttura, dell’importo esatto spettante alle casse comunali. I gestori degli alberghi sono stati denunciati per peculato.