Ha assistito centinaia di pazienti in questi mesi, poi è rimasto colpito in reparto dal Covid che non gli ha dato scampo. La vittima è il medico Antonio Casillo di San Giuseppe Vesuviano che operava al Covid Hospital di Boscotrecase, lì dove la settimana scorsa c’è stato un vasto focolaio tra il personale. Il dottore Casillo di Medicina Generale è la prima – e si spera ultima – vittima di quel cluster. Appena ieri aveva capito che le cose andavano male ed aveva chiesto ai colleghi di potere andare in terapia intensiva e di intubarlo. Ma non è bastato.

Casillo aveva preso servizio a Boscotrecase a marzo, quando l’ospedale era stato riconvertito appunto per il Coronavirus. Da allora aveva continuano nel nosocomio vesuviano fino a quando non era rimasto colpito dal virus. Aveva avuto quasi subito problemi respiratori e dopo giorni in pneumologia da paziente sempre a Boscotrecase, si è aggravato, fino ad essere intubato e spegnersi questo pomeriggio. Casillo, altro medico eroe di questa pandemia, lascia la moglie e due figlie. Tra le patologie pregresse solo una banale ipertensione.