Terrore ieri a Campolongo, frazione di Eboli. Due pescatori e un custode di uno stabilimento balneare della zona sarebbe stati aggrediti da due giovani stranieri, con il volto coperto da cappello e mascherina, armati di coltelli da macellai. Il primo a finire nel mirino è stato un giovane pescatore che, durante la rapina, è stato colpito alla gamba, con i rapinatori fuggiti con soldi e telefonino; subito dopo è toccato al custode di un lido che, invece, ha riportato un taglio alla mano; infine l’altro pescatore di 23 anni, che è stato raggiunto da diversi fendenti in riva al mare.

Le tre vittime sono state trasportate in ospedale dai sanitari del 118. Ma sono le condizioni del 23enne a preoccupare i sanitari, che gli hanno dovuto medicare tre ferite provocate da altrettante coltellate al collo, al torace e alla gamba. Sui tre episodi di violenza sono in corso le indagini da parte dei carabinieri, che, dopo i primi rilievi, ora sono sulle tracce della banda di malviventi.