E’ stato condannato a 8 mesi di reclusione, ma con la pena sospesa, il giovane di 21 anni che ieri a bordo di un treno della Cumana, linea ferroviaria che collega l’area flegrea al centro di Napoli, ha aggredito un maresciallo dei carabinieri che gli aveva piu’ volte intimato di indossare la mascherina. Il ragazzo, che e’ incensurato, e’ stato quindi rimesso in liberta’.

Intanto, nei prossimi giorni, il carabiniere che e’ ricoverato nell’ospedale Cardarelli della citta’, sara’ sottoposto a un intervento chirurgico disposto dai sanitari per rimediare alla rottura del setto nasale causata da un violento pugno al viso sferrato dal giovane durante la colluttazione.