“Fra non piu’ di tre anni saremo la regione che ha la rete di ospedali piu’ moderna d’Italia”. Lo dice il presidente della Giunta campana, Vincenzo De Luca, ricordando che sono disponibili 1,3 miliardi per l’edilizia ospedaliera e rimarcando che, in questo momento, “si stanno facendo le gare o i progetti esecutivi per decine di ospedali”. Il ‘governatore fa un lungo elenco per le cinque province. “Per l’Asl Napoli 3 – dice – c’e’ l’ospedale di Sorrento, ma ci sono interventi programmati anche per Nola, Castellammare e Torre del Greco. Per la Napoli 2 ci sono 65 milioni per il nuovo ospedale di Giugliano e altri 12-15 milioni per l’ospedale di Pozzuoli. Per la Napoli 1 interventi sull’Ascalesi, 100 milioni per il recupero degli Incurabili e per l’ospedale San Paolo”. Ad Avellino sono in programma interventi “per il Moscati, 10 milioni per l’ospedale di Solofra e risorse importanti per Ariano e Sant’Angelo dei Lombardi”.

A Benevento si lavora sulle “nuove tecnologie al San Pio e in altre strutture”. A Salerno “e’ in corso la progettazione per il nuovo ospedale Ruggi e per il polo oncologico di Pagani”. A Caserta, infine, “parte un ospedale nuovo a Sessa Aurunca, finanziato con 65 milioni. Riparte il Policlinico e sono previsti interventi importanti ad Aversa, Capua e Maddaloni”.