Scatta la zona rossa domani in Campania e viene quasi naturale godersi l’ultimo sabato ‘libero’. E cosi’, dopo un avvio ‘timido’ (rispetto ai week end precedenti) sul lungomare di Napoli, all’ora di pranzo i locali della zona si riempiono. Un pranzo insieme prima che scatti il blocco. Il centro antico non registra i consueti fiumi di persone dei fine settimana che si avvicinano all’Immacolata e al Natale, ma Spaccanapoli, Piazza del Gesu’ e Piazza San Domenico Maggiore fino a San Gregorio Armeno, la ‘via dei pastori’, si sono presentate oggi comunque gremite. Nel vicoli e nelle piazze di Napoli anche i tavolini dei bar e degli altri locali sono stati occupati. Tanta gente anche nel quartiere Vomero.

Se a Napoli la maggiore concentrazione di persone è stata registrata nel centro storico e nel quartiere collinare del Vomero, a Salerno si presenta particolarmente affollato il corso Vittorio Emanuele II, strada «dello shopping» che non rientra tra quelle per le quali il sindaco Vincenzo Napoli ha deciso la chiusura (lungomare, Villa Comunale, piazza Abate Conforti e piazza San Francesco), ma anche via Roma. Molti i salernitani in fila all’esterno dei negozi o semplicemente a passeggio, particolarmente intenso anche il traffico veicolare. Stesse scene nel centro di Avellino, con traffico in tilt e folla in strada sul corso Europa e in corso Vittorio Emanuele. Bar pieni in via Tuoro Cappuccini, dove le scene ricordano quelle tipiche del tradizionale aperitivo della vigilia di Natale.