Home Articoli in Evidenza Le intercettazioni che incastrano la banda di ladri d’auto del Vesuviano

Le intercettazioni che incastrano la banda di ladri d’auto del Vesuviano

Il 27 ottobre del 2018 la banda è ancora in piena operatività. Gli specialisti del furto sono piombati a Cava de’ Tirreni a caccia dell’ennesima vettura da far sparire. Quello che non sanno, però, è che i carabinieri sono riusciti a piazzare una cimice nella Fiat che stanno utilizzando per la trasferta. Quella che ne viene fuori è la ricostruzione di un colpo chirurgico, pensato e messo a segno nel giro di pochissimi minuti.

Intorno alle 21 Iacomino, Quarto e Fiola individuano la macchina da rubare: «Mi vorrei prendere questo “Qashqai”…», afferma il primo. Fiola non se la ripetere due volte: «Ci
vogliamo prendere il “Qashqai” qua e ce ne andiamo? Oppure vogliamo fare un altro giro per sopra? Io penso che dobbiamo iniziare a prendere qualcosa e ce ne dobbiamo andare». Quarto predispone quindi il piano esecutivo: «Aspetta fratello… inizia a prendere i ferri che ci sta un traffico… La macchina non la voglio far vedere! Quello è il gioco… la nostra macchina non la devono vedere! Il tempo che vanno via questi due e si parcheggia l’altro. Giusto? Stanno aspettando…». A quel punto Iacomino scende dalla macchina e inizia a darsi un gran da fare: «Se ti metti davanti al “Qashqai può essere che nessuno
mi vede…». Trovato il momento giusto per agire, ecco che in pochi istanti il colpo è fatto: «Quello è solo un c…o di guaio ad aprire questo coso – esclama Quarto – Ma fino a quando stiamo così è tutto a posto… mi butto sempre di là, l’ha fatto fratello! Tu guardati sempre dietro… anche questo con il “Classe A”… speriamo che non è questo a piedi! Eccolo, che devi fare Eduardo? Devi scendere tu? Vai, Eddy vai!». A questo punto la banda si allontana con la “preda” e Quarto, rivolgendosi a Iacomino, esulta: «Tu sei il numero uno! Fino a quando ci sei tu io rubo tutta la vita! Io sto sempre qua…».

ECCO I NOMI. Arresti domiciliari per Mario Noto di Cercola, Mario Quarto di Cercola. Pasquale Iacomino di Pollena Trocchia.  Eduardo Fiola di Massa di Somma. Ciro Mirto di Boscotrecase. Francesco Ainis del quartiere Barra di Napoli. Infine obbligo di firma per Rosario Quarto di Cercola.

Exit mobile version