“Durante l’ordinaria pulizia del perimetro che circoscrive il fiume Marna, è stato ritrovato un rifiuto abbandonato in un sacco nero, il cui contenuto ci ha lasciati molto amareggiati.
Come potete osservare in foto, ciò che è stato considerato “rifiuto” sono i contenuti di un pacco alimentare. Gli operai dell’azienda “AM Tecnology” e la Polizia Municipale, durante l’indagine, hanno rilevato all’interno della busta pasta e legumi di vario genere, ancora sigillati. Prodotti che sarebbero dovuti essere importanti per la famiglia indigente destinataria, non solo sono stati gettati integri, ma in busta nera ed addirittura abbandonati nei pressi di un fiume”. A raccontare quanto avvenuto è la sindaca di Sant’Antonio Abate, Ilaria Abagnale.
“All’interno della stessa abbiamo ritrovato delle tracce che ci han permesso di risalire al trasgressore, avendo così l’opportunità di confermare il nostro sospetto che non fosse abatese. L’individuo, residente in un paese a noi limitrofo, ha ben pensato di trasgredire addirittura la zona rossa pur di gettare questo sentito ingombro. Riteniamo sia il tipo di abbandono che mostra in assoluto la mancanza di rispetto e di educazione verso il prossimo”.