Una visita medica urgente. E’ la motivazione, falsa, con cui un uomo ha tentato di superare i controlli di accesso alla zona rossa di Arzano, grosso centro del Napoletano. Ieri pomeriggio agenti, durante il servizio di controllo del territorio, in via Limitone hanno notato un uomo in un’auto in sosta e hanno accertato che si era allontanato dal comune in cui risiede, ‘blindato’ per troppi contagi. Alla richiesta di fornire le proprie giustificazioni, ha detto che si stava recando presso uno studio medico di Afragola e ha mostrato dal proprio cellulare l’immagine di un certificato che attestava l’urgenza del consulto. I poliziotti pero’ hanno accertato che il documento fotografato sul telefonino era stato compilato dalla fidanzata dell’uomo, segretaria di uno studio medico, all’insaputa del suo datore di lavoro.

La donna, 22 anni, e’ stata denunciata per falsita’ materiale in atto pubblico commessa dal privato, mentre l’uomo, 23 anni, e’ stato denunciato per falsa attestazione a un Pubblico Ufficiale e sanzionato per inottemperanza alle misure anti Covid-19.