Sono 165 le domande pervenute alla Protezione civile nazionale in risposta alla manifestazione d’interesse per l’individuazione di 450 medici da destinare alla Campania per la gestione dell’emergenza Covid. Si tratta di 27 anestesisti, 20 infettivologi, 38 pneumologi, 80 medici di chirurgia. Lo comunica l’unita’ di crisi regionale. “Ci si augura stavolta – si legge in una nota della task force campana – che non vi siano rinunce e che si possa cosi’ proseguire, come gia’ si sta facendo, nel rispondere a una criticita’ segnalata da mesi, in particolare per quanto riguarda gli anestesisti”. Sono ora in corso le istruttorie e le verifiche sulla base delle disponibilita’ comunicate “anche perche’ in relazione al precedente bando – ricorda l’unita’ di crisi – quando era stato registrato un numero notevole di defezioni”.

La call del dipartimento di Protezione civile nazionale per il reclutamento dei medici si e’ chiusa oggi a mezzogiorno. Il bando era stato richiesto dalla Regione dopo le continue segnalazioni di una forte carenza di medici in Campania da destinare all’emergenza. La procedura, che e’ stata oggetto anche di una campagna pubblicitaria televisiva, riguardava 450 medici cosi’ suddivisi: 150 medici specializzati in anestesia e rianimazione; 100 medici specializzati in malattie infettive; 100 medici specializzati in malattie dell’apparato respiratorio; 100 medici specializzati in medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza.