Condoglianze dell’Arma dei Carabinieri per la morte dell’appuntato scelto Salvatore Savinelli, 53 anni, addetto al Reparto servizi magistratura di Napoli, vittima del coronavirus. Il comandante generale Giovanni Nistri e tutta l’Arma «si ritrovano nuovamente a compiangere un’altra vittima del Covid-19. Qualche ora fa, a causa delle complicanze di una polmonite da coronavirus – si legge in un comunicato – è deceduto l’Appuntato Scelto Qualifica Speciale Salvatore Savinelli, addetto alla Sezione Tribunali del Reparto Carabinieri Servizio Magistratura di Napoli». Savinelli, ora di stanza a Napoli, e che a lungo aveva lavorato nel Nolano, era stato di stanza diversi nel Nolano. Sui social aveva pubblicato un appello dell’ospedale dove era ricoverato, un appello a non credere ai negazionisti ed a fare attenzione al Covid.

L’appuntato scelto Savinelli «è l’ennesima vittima di questa battaglia che l’Italia intera si trova nuovamente a combattere. Un Carabiniere che credeva profondamente nel proprio lavoro e nella famiglia. Quotidianamente con silenziosa umiltà rinnovava con il servizio il giuramento prestato, servendo il proprio Paese; lo ha fatto alla Scuola Allievi di Benevento, alle Stazioni Carabinieri di Roccarainola, Maddaloni e Carbonara di Nola, al Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna ed infine, da poco più di un anno, al Reparto Servizi Magistratura».