Bombole d’ossigeno, saturimetri, termoscanner, dispositivi di protezione individuale e altri presidi sanitari saranno acquistati dal Comune che ha stanziato 50mila euro da destinare ai materiali e alle attrezzature sanitarie necessari alle famiglie che hanno in casa malati di Covid-19. Il Comune ha inoltre previsto altri 100mila euro, che vanno ad aggiungersi ai 106mila già stanziati un mese fa, per rimpinguare le risorse da destinare sotto forma di voucher ai nuclei che versano in stato di indigenza e per i quali è stato già promosso un apposito avviso pubblico.

È quanto ha stabilito il Consiglio comunale di Torre del Greco, che ha ratificato con il proprio voto favorevole la delibera di variazione al bilancio approvata nelle settimane precedenti dalla giunta guidata dal sindaco Giovanni Palomba e che prevede “una serie di nuovi interventi e di nuove attività – si legge in una nota diffusa dal portavoce del primo cittadino – per l’ambito sociale, culturale e ambientale”. «È un lavoro importante – è stato il commento del sindaco Giovanni Palomba – quello messo in campo da questa amministrazione e che è stato ratificato dall’assise consiliare. Abbiamo inteso dare priorità alle fasce più deboli della città, sulle quali si è abbattuta l’emergenza epidemiologica del Coronavirus, immaginando una serie di interventi economici ulteriori, parte dei quali già definiti ed approvati in sede dell’ultimo consiglio comunale, tali da riuscire ad offrire un aiuto tangibile a chi versa nell’indigenza e un sollievo a chi è costretto nella propria casa in funzione dell’isolamento domiciliare a seguito del contagio del virus».