Vaccino anti-Covid obbligatorio o no? Per il direttore dell’Agenzia italiana del farmaco Aifa, Nicola Magrini, la questione è delicata. l’obbligatorietà, spiega, va riservata solo ai casi «estremi, come al personale sanitario e al personale delle Rsa, ma è un meccanismo che deve essere usato con molta cautela perché occorre stimolare invece la responsabilità e la fiducia individuale fornendo informazioni adeguate». «Nella seconda metà di gennaio ci saranno 1,7 mln di persone vaccinabili con il primo dei vaccini disponibile, quello di pfizer, ma se i dati saranno confermati, i vaccini saranno verosimilmente tre nella prima fase e quindi i milioni esatti di persone vaccinabili mese per mese li sapremo solo a partire da metà gennaio quando effettivamente ci saranno le approvazioni». Lo ha detto il direttore generale dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), Nicola Magrini, a ‘Mezz’ora in +’ su Rai 3.

«Nei primi 3-6 mesi del 2021 non ci sarà comunque una vaccinazione di massa della popolazione. Questo sarà un compito che affronteremo verso l’Estate. Arriveranno anche altri vaccini e probabilmente in 3 mesi, da gennaio a marzo, potremo avere una capacità vaccinale fino a 10 milioni, ma si vedrà dalle disponibilità a gennaio». Lo ha detto il direttore generale dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), Nicola Magrini, a ‘Mezz’ora in +’ su Rai 3.