In arrivo con il Ristori ter altri 400 milioni per sostenere le famiglie maggiormente in difficoltà attraverso l’erogazione di buoni spesa e generi di prima necessità. Tornano i buoni spesa e la misura sarà pronta entro novembre per essere poi erogata a dicembre. Anche stavolta il fondo verrà gestito dai Comuni e il meccanismo di erogazione sarà lo stesso a quanto si è appreso finora.

Spetterà all’Ufficio dei servizi sociali di ciascun Comune individuare la platea dei beneficiari selezionando quelli più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica e in maggiore stato di bisogno. Gli importi varieranno in base al Comune di appartenenza: a Roma durante la prima ondata sono arrivati a valere fino a 500 euro per le famiglie composte da 5 o più persone. I buoni spesa potranno essere utilizzati per l’acquisto di generi alimentari nei negozi indicati in un elenco pubblicato dai Comuni sui propri siti. Chiaramente non mancheranno i “furbi” che già durante la prima ondata si sono portati via buoni per poi essere scoperti e sanzionati.