Spesa in ordine alfabetico, così come succedeva nelle fasi più cruente della prima ondata. E ancora negozi che chiuderanno in anticipo. A stabilirlo il sindaco di Lauro, Antonio Bossone, dopo l’impennata di contagi da Coronavirus avvenuta nell’ultimo periodo in tutta l’area.

«Dobbiamo correre ai ripari, – afferma Bossone – in quanto la curva del contagio sta salendo in modo esponenziale. Con la nuova ordinanza anti Covid-19 ci avviamo a un altro lockdown. Prevediamo la chiusura totale di tutte le attività commerciali, con la spesa alimentare che si farà massimo due volte alla settimana rispettando l’ordine alfabetico dettato dal cognome. L’asporto sarà garantito solo ai chi vive nel territorio comunale: i bar potranno effettuarlo fino alle 18, mentre le pizzerie, rosticcerie e paninoteche fino alle 21. Le consegne a domicilio saranno possibili anche ai non residenti».