“Ore 10 del mattino. 29 novembre 2020 Stadio Diego Maradona. L’ultimo saluto al Re di Napoli”. Comincia così il posto del rapper originario del Nolano, Clementino, che questa mattina è tornato a Napoli e come primo atto è andato a rendere omaggio a Maradona. Clementino scrive: “Pioviggina a Fuorigrotta, come si dice da queste parti “Schizzichea”.
Sto partendo per Milano per lavoro e fortunatamente ho il tempo per darti l’ultimo saluto.
Come direbbe Troisi “Scusate il ritardo”, volevo venire qui allo stadio già prima ma impegni di lavoro mi hanno tenuto lontano da Napoli. Papà mi faceva vedere i tuoi goal quando ero bambino, e dopo quasi trenta anni ho avuto l’immenso onore di conoscerti, di farti ascoltare il mio rap, di essere tuo ospite sul palco nel tuo spettacolo al Teatro San Carlo, di ascoltare qualche tua storia a tavola insieme a cena, ovviamente condita da risate e musica”.
E ancora: “Grazie per tutto quello che hai fatto per noi, grazie per aver messo i tuoi goal al di sopra di ogni politica. Non basterebbero miliardi di parole per parlare di te e dimostrarti il nostro amore. L’amore per un figlio, per un fratello, per un padre della nostra terra. Il fuoriclasse, la leggenda, il 10, il re, Il riscatto del sud del mondo. Il Dio del calcio. El pibe de oro Diego Armando Maradona”.