Home Covid Cenoni a Natale, sempre più vicino al divieto. Nessuno spostamento tra regioni

Cenoni a Natale, sempre più vicino al divieto. Nessuno spostamento tra regioni

Sulle misure da assumere in vista delle festività natalizie nel Governo la quadra ancora non c’è. Mentre pare ormai chiaro che saranno banditi cenoni e feste con parenti che non siano strettamente di primo grado, l’incognita più grande riguarda gli spostamenti tra le regioni. Si profila il divieto di spostamento durante le feste e potrebbero, restare chiusi i ristoranti sia il 25 dicembre che a Santo Stefano. Sarebbero queste le decisioni – stando a fonti della maggioranza – verso cui si sta orientando il Governo Una delle regole che resteranno fino a fine anno è certamente quella del coprifuoco, come conferma la sottosegretaria alla Salute, Sandra Zampa: «A Natale resterà sicuramente alle 22». A questo punto l’ipotesi di anticipare di due ore la messa di mezzanotte appare sempre più concreta. Ieri la Conferenza episcopale italiana ha assicurato che  riti natalizi saranno celebrati «in condizioni di sicurezza, nella piena osservanza delle norme, come finora avvenuto».

E ancora niente spostamenti da una regione all’altra per evitare il travaso del contagio, le tavolate potrebbero essere consentite ma solo con un massimo di 6 partecipanti (bambini esclusi) ed esclusivamente tra parenti stretti (genitori e figli, fratelli e sorelle), a patto che prevalga il buonsenso.

Posting....
Exit mobile version