A Casoria i carabinieri del Nipaaf del comando gruppo forestale di Napoli insieme ai colleghi del nucleo ispettorato del lavoro di Napoli hanno controllato diverse attività commerciali e varie aziende. Durante l’attività, i militari hanno ispezionato una ditta che si occupa di commercio all’ingrosso e al dettaglio di generi alimentari. All’interno, i militari hanno trovato 11 lavoratori in nero, di questi 2 sono irregolari sul territorio nazionale e 2 percepivano il reddito di cittadinanza. Sul piazzale della ditta erano depositati scarti inutilizzabili per il consumo o la trasformazione, imballaggi in plastica e imballaggi in legno. Tante le irregolarità riscontrate e molti i documenti o le autorizzazioni mancanti. Anche numerosi prodotti alimentari sono stati sequestrati

Sulle etichette delle confezioni di aglio era riportata la dicitura relativa al prodotto ” or. Sp”, che significa prodotto di origine spagnola. In realtà il prodotto era raccolto in mazzetti con una fascetta adesiva riportante i colori del tricolore italiano e in questo modo i clienti pensavano che fosse merce ‘Made in Italy’. Sono state fatte sanzioni amministrative per quasi 15 mila euro al titolare dell’azienda, che è anche stato anche denunciato per frode in commercio e per aver “assunto” in nero due lavoratori clandestini. I controlli continueranno nei prossimi giorni.