Ennesima aggressione, questa volta solo verbale, a medici e infermieri a Napoli. E’ successo ieri al triage del pronto soccorso dell’ospedale pediatrico Santobono, da parte di una coppia che ha accompagnato un bimbo con la febbre. Alla comunicazione di dover essere inseriti, per procedura, nel percorso Covid, hanno iniziato a urlare pretendendo un accesso prioritario e alternativo. Quando il triagista ha detto che, diversamente, non avrebbero potuto accedere, hanno iniziato a girare un video con il telefonino nell’area pretriage commentando che quella era una messinscena per “terrorizzare” i pazienti.

I due sono stati avvisati che, in caso di pubblicazione del video con immagini di persone, sarebbero stati denunciati in quanto non e’ consentito dalla legge filmare o fotografare gli interni degli ospedali. A denunciare quanto accaduto l’associazioni no profit “Nessuno Tocchi Ippocrate” che sulla propria pagina Facebook ha raccontato dell’aggressione al personale sanitario.