“L’ospedale Santa Maria della Pieta’ di Nola sta implodendo, gli operatori sanitari non sono piu’ in grado di reggere la forza d’urto dell’impennata dei contagi. Non c’e’ momento della giornata in cui non assistiamo a scene di ambulanze e auto, in fila da ore, che trasportano donne e uomini ammalati di Covid, alcuni anche in condizioni disperate”. È quanto ha dichiarato il deputato del Movimento 5 Stelle e responsabile regionale per i Rapporti interni Luigi Iovino. Il deputato grillino ha chiesto per il presidio ospedaliero di Nola l’affiancamento di un ospedale militare da campo al quale destinare nuovo personale e strumentazione per la cura dei pazienti Covid.

“Nel frattempo – ha aggiunto – si agisca tempestivamente per mettere in campo misure piu’ restrittive di quelle previste dalla fascia gialle nella quale e’ stata temporaneamente collocata la Campania. Di fronte alla salute umana, non c’e’ sacrificio che tenga. Numeri e algoritmi non basteranno mai a raccontare quello a cui assistiamo ogni giorno”.