Da circa 15 giorni un 71enne con la moglie 65enne e la figlia erano chiusi nella loro abitazione di Capodimonte perché positivi al tampone che rileva il coronavirus. In attesa dell’esito del secondo tampone, impossibilitati ad uscire, avevano chiesto alle attività commerciali della zona di consegnare loro la spesa a domicilio. Terminato il denaro contante, la famiglia si è però trovata in difficoltà per l’impossibilità di pagare i negozianti.

La famiglia ha così deciso di rivolgersi alla stazione carabinieri di Napoli Capodimonte, riponendo massima fiducia nel comandante. L’ufficiale ha accolto con piacere il loro appello e adottando ogni possibile cautela ha recuperato bancomat e pin per prelevare e consegnare la somma richiesta.