Tre operai sono usciti dalla zona rossa di Orta di Atella per andare a lavorare nella vicina Grumo Nevano. Ma sono stati scoperti dai carabinieri e denunciati. Altri due lavoravano e percepivano anche il reddito di cittadinanza. Tutto ciò è emerso nel corso di un controllo che i militari della caserma di Grumo Nevano, con i colleghi del NIL e del NOE di Napoli – eseguito presso una piccola azienda tessile denunciando il responsabile che dovrà pagare anche sanzione di 20mila euro.

L’uomo, oltre a non essere in regola con il registro di carico e scarico dei rifiuti, si avvaleva di 13 lavoratori che non aveva mai sottoposto alle visite mediche obbligatorie e ai corsi di formazione sui rischi relativi alla loro specifica mansione. Tra questi 5 non erano mai stai assunti e 2 percepivano indebitamente il reddito di cittadinanza. Altri 3 sono risultati residenti a Orta di Atella, comune «zona rossa».