Un rapinatore è morto e un altro è stato arrestato in un conflitto a fuoco con la polizia nella notte, nel cuore di Napoli. La vittima è un minorenne di 17 anni, l’altro rapinatore arrestato è il figlio di Gennaro De Tommaso, soprannominato «Genny la Carogna», celebre per essere stato ripreso dalle telecamere nello stadio Olimpico la sera del 3 maggio 2014, mentre calmava la curva azzurra dopo gli scontri in cui fu ferito gravemente a Roma il tifoso del Napoli Ciro Esposito, morto poi 53 giorni dopo in ospedale. Il tentativo di rapina a mano armata è avvenuto in via Duomo, nei pressi della zona portuale, ai danni di tre automobilisti. Un equipaggio dei Falchi è intervenuto per impedire la rapina e, fa sapere la Questura, nel corso dell’azione uno dei due rapinatori, il 17enne, è rimasto ucciso mentre l’altro, il 18enne, è stato arrestato.

Le vittime della rapina sono adesso in questura a Napoli, ascoltate dagli inquirenti per ricostruire la dinamica dei fatti. Secondo quanto ricostruito finora, i due giovani a bordo di uno scooter hanno bloccato un’auto e armati di pistola stavano rapinando le tre persone a bordo. L’arma utilizzata per la rapina è stata sequestrata e lo scooter utilizzato per la rapina è risultato rubato.